Last Night di Massy Tadjedin

7 Nov

Ovvero: ode a Keira Knightley (come donna e come attrice), all’eccitazione e alla passione.

TRAMA (SENZA SPOILER)

Keira Knightley (che è la dimostrazione più evidente che la sensualità di una donna non dipende dalla dimensione delle tette, ma dalla classe con cui si portano) e Sam Worthington sono sposati. Lei è una gelosissima rompipalle e si infervora perché, ad una festa, viene a conoscere una collega (Eva Mendes) very gnocca di suo marito di cui lui non aveva mai parlato e con cui lui va anche in trasferta. Finita la festa, Keira la festa la fa al buon Sam, infatti oltre a litigarci insieme, non gliela da. Lui, tra l’altro, nonostante non c’avesse mai combinato una mazza, c’avrebbe una gran voglia di farsela la Mendes.

Giorno dopo: Sam va in trasferta di lavoro con la Mendes mentre Keira incontra una sua vecchia fiamma appena tornata da Parigi (Guillaume Canet). La Mendes inizia a provocare Sam, Guillaume inizia a provocare Keira, entrambe le coppie iniziano con una cena mentre il dopocena…

ps: finale e ultimo fotogramma MERAVIGLIOSI!

Continua a leggere

Giovinezza, giovinezza / primavera di bellezza

4 Nov

Sanremo 2011: verrà cantato l’inno del Partito Nazionale Fascista, “Giovinezza”.

La prossima volta cosa ci toccherà? “Menomale che Sivio c’è”?

Fair Game di Doug Liman

4 Nov

TRAMA STRAPIENA DI SPOILER:

Naomi Watts è una bionda cazzuta e gnocca che dietro la sua gnocchezza nasconde una cazzutaggine di altissimo livello. Si scopre subito, infatti, che lei è una 007 americana (quindi CIA) in gonnella responsabile di parecchi servizi di intelligence in tutto il mondo, specialmente in Asia, Africa e Medioriente.Tra l’altro è sposata con un democratico-radical-chic, Sean Penn, ex diplomatico statunitense in Africa e, fondamentalmente, un testa di cazzo che vuole sempre avere ragione perché ha dei principi mentre gli altri sono tutti ipocriti.

Dopo l’11 settembre il Governo USA ha bisogno di una scusa per attaccare l’Iraq. Ci sono notizie che potrebbero far pensare che ci siano in Iraq operazioni in corso per arrivare all’atomica o ad altre armi di distruzione di massa. Per indagare su questi indizi, la Watts consiglia di spedire in missione il marito il quale ha contatti, visti i suoi trascorsi, proprio nel paese interessato da queste notizie. Penn viene provinato e spedito alla ricerca di info (solo con rimborso spese, senza essere lautamente pagato). Le trova le informazioni e fa rapporto dicendo che “armi di distruzione di massa: ‘sta cippa“. Tra l’altro, Naomi, attraverso i suoi contatti e mettendosi in gioco personalmente (promette di portare il fratello di una informatrice fuori dell’Iraq), arriva anche lei alla stessa conclusione: “atomica in Iraq ‘sta cippa”.

Continua a leggere

McDonald’s ci tiene alla nostra incolumità, altroché

3 Nov

Ringrazio, penso a nome di tutti gli italiani, la scrittina che i responsabili comunicazione di McDonald’s hanno inserito nel loro ultimo spot. La scrittina è quella lì in basso a sinistra: “Sono attori professionisti. Non imitateli.”

Li ringrazio sì, perché tengono alla dignità e alla valorizzazione della professionalità degli attori dello spot.

Oltre che, ma potevo darlo per scontato, alla nostra salute stando attenti ad avvisarci dei pericoli della strada e contribuendo, con la loro quotidiana opera, a riempire il globo di magnificenti ristoranti che propongono stoviglie sicure nonché cibi sani e genuini.

Cose inutili dentro un vecchio solaio

3 Nov

Ieri ho iniziato a leggere “Il fuoco nel mare” (edito da Adelphi) del più grande narratore dell’Italia e degli italiani del Ventesimo secolo: Leonardo Sciascia.

Una raccolta di raccontini. Raccontini nel senso che sono brevi, perché, come sempre, il buon Sciascia è illuminante come nessuno mai: sull’Uomo, sulla Società, sulla Letteratura.

Insomma: su qualsiasi cosa conti.

 

“La sua voce sembra trascinarsi dietro un’eco molteplice, tanto è violenta e maleducata. Tutte le sue parole ingombrano l’area del luogo in cui ci si trova come un ciarpame confuso, si accatastano come cose inutili dentro un vecchio solaio”

Leonardo Sciascia – Il fuoco nel mare (pagina 12)

 

Guardando Ballarò, AnnoZero, Otto e Mezzo, Porta a Porta et simila, noto che ad ogni puntata c’è almeno un personaggio che tenta disperatamente di aderire a questa magnifica descrizione sciasciana. Riuscendoci perfettamente, tra l’altro.

E se vi è venuto in mente Capezzone, questo è esclusivamente un pensiero di vossia.

Arte moderna e contemporanea

2 Nov

Cubista: donna o uomo (tendenzialmente donnina e omino) che ballano musica dimmerda su di una piattaforma rialzata (cubo) generalmente in un posto buio, puzzoso e pieno di gentaglia use a consumo di sostanze psicotrope ma non di libri.

Futurista: politico facente parte del partito Futuro e Libertà per l’Italia.

Braque e Marinetti si staranno rigirando nella tomba.


Aprite a pagina sex

2 Nov

Il tizio (Richard Johnson) che scriveva questa rubrica (Page Six sul New York Post) ha dichiarato:

“Sono fermamente convinto che l’homo sapiens mangiava, si riproduceva e faceva gossip”

Vanity Fair Italia, 3 novembre 2010

Antropologicamente parlando c’è da discutere non poco, ma giornalisticamente quest’uomo è nettamente un mito.